Territorio

Il territorio di Barrali, esteso per circa 11 kmq, confina con il territorio di Donori, Ortacesus, Pimentel, Sant’Andrea Frius e Samatzai.

La posizione del paese, compresa fra il Rio Mannu, la SS 128 e le alture del Gerrei costituisce una peculiarità territoriale che ha consentito lo svilupparsi di relazioni con i territori collinari della Trexenta, con la vasta pianura del Campidano, con i contesti montani del Sarcidano, del Gerrei e del Gennargentu. L’importante corridoio di comunicazione della SS 128, ha infatti favorito gli scambi con i comuni localizzati nelle zone più interne dalle quali provenivano i flussi della transumanza.

L'influsso dovuto agli scambi con le diverse regioni storiche e con le loro economie dominanti ha caratterizzato anche l'organizzazione degli usi del territorio. La parte collinare, che si sviluppa verso la Trexenta ed il Campidano, é impostata sulle colture cerealicole, dei vigneti e dei frutteti che hanno qualificato anche l'economia del paese. Il termine Barrali potrebbe proprio derivare dalla coltivazione di vigneti a pergolato alto, cosiddetta “a barralis”.

Le alture del monte Uda, offrono suggestive visuali panoramiche e ospitano una pineta utilizzata come luogo di svago; il toponimo Uda, (dall’ebraico Juda), probabilmente fu attribuito da una comunità di ebrei esiliati dall’imperatore Vespasiano; la presenza di influssi ebraici riconduce il nome Barrali al termine barc (fiume) per designare l’importante presenza del rio Mannu.

 

fonte www.parteolla.it

Data di ultima modifica: 27/02/2017


Visualizza in modalità Desktop