In bicicletta nel Parteolla

Descrizione

Piacevole itinerario alla scoperta dei comuni di Dolianova e Serdiana, nel Parteolla, in una terra ricca di natura, paesaggi rurali e magnifiche architetture.

Un tracciato ad anello di 36,8 chilometri su strade secondarie poco trafficate.

Un percorso con una grande variabilità di fondo senza pendenze rilevanti e qualche single track:

un'ottima opportunità anche per chi si avvicina per la prima volta alla mountain bike.

Scegliendo di partire dalla piazza Europa, accanto al Municipio di Dolianova, il percorso appena fuori dall’abitato va incontro alle pendici meridionali che guardano il massiccio montano del Gerrei.

Qui strade campestri secondarie poco trafficate, alternate a brevi sentieri, seguono crinali e strette valli immersi nella naturale vegetazione mediterranea; un continuo e divertente saliscendi con fondo mai regolare adatto a bikers dotati di una buona dose di allenamento ed esperienza.

Dalle colline segnate dal Riu Maidana si pedala sicuri in direzione della vicina pianura e poi dell’abitato di Dolianova, dove  gli stretti e suggestivi vicoli del centro storico conducono alla chiesa di San Pantaleo, del XII secolo, di chiara impronta romanico-pisano  e alle altre quattro chiese più recenti: San Biagio, Santa Maria, San Sebastiano e Santa Lucia.Da non perdere la prelibata enogastronomia del Parteolla, una sosta tanto apprezzata dai ciclisti.

A Dolianova per gli ottimi formaggi di latte di pecora o per un assaggio del profumato olio d’oliva ricavato dalla spremitura delle succose drupe locali o per degustare i rinomati vini del territorio.
Così come nella storica cantina Argiolas, con i suoi nettari di uva, in bella mostra in una casa storica del vicino centro abitato di Serdiana.
Da qui un reticolo di strade campestri segna le morbide colline costellate di viti e uliveti pregiati dominate dalla chiesa medievale di Santa Maria di Sibiola.
Poco distante il laghetto naturale di Stani Saliu, abitato da numerose colonie di uccelli e dal fenicottero rosa che nel periodo invernale e primaverile trovano qui cibo e tranquillità.
Il rientro è un susseguirsi di paesaggi suggestivi, in particolare in primavera, mentre la campagna è una tavolozza di colori che inebria tutti i sensi e all’inizio dell’autunno, quando i vigneti assumono le tonalità che informano che le  rinomate uve  sono pronte per la vendemmia che garantirà i nettari divini conosciuti nel mondo.

Vedere e conoscere:
museo dell’olio “Sa moba de su Notariu” a Dolianova, paesaggi rurali e vigneti, chiesa di San Pantaleo, Santa Lucia, Santa Maria, San Sebastiano e San Biagio a Dolianova, chiesa di Santa Maria di Sibiola e cantina Argiolas a Serdiana, lago naturale Stani Saliu.

 

Durata media: 3 - 4 ore

Quote (min / max): 111 - 612  m.s.l.m.

Lunghezza: 36,8 chilometri

Fondo stradale: asfalto 48% - sterrato 52%

Impegno: tre pedali di cinque

Consumo medio calorico: 1.400 - 1.600 kcal.

Partenza e arrivo: Piazza Europa a Dolianova; (N 39°22’37.5” – E 009°10’35.1”)

Autore: Naturalmente Sardegna di Lino Cianciotto

Fonte: Unione dei Comuni del Parteolla e Basso Campidano
 

Data di ultima modifica: 06/04/2017



Visualizza in modalità Desktop