Raccolta dell'Umido

DOVE BUTTARE
Umido In tutti i Comuni il servizio è domiciliare.

COME BUTTARE
Inserite la busta biodegradabile-compostabile all'interno della pattumiera marrone da 7 litri, areata, risvoltandola sul bordo. Posizionate la pattumiera in un luogo il più possibile areato per favorire l'uscita dell'umidità. Riempite la busta con il materiale organico (vedi elenco sotto). Quando la busta è piena, estraetela, chiudetela con un nodo o con un laccetto biodegradabile e infilatela nella pattumiera da 20 litri verde, rigida, per il conferimento in strada.

L'uso della pattumiera (o, comunque di uno o più contenitori) è obbligatorio, perché ciò evita l'abbandono e consente di tenere gli spazi pubblici più puliti e decorosi. Il mancato uso può comportare il non ritiro del rifiuto e sanzioni amministrative.

L'uso delle buste biodegradabili-compostabili è obbligatorio. L'umido consegnato in buste di plastica o buste solamente biodegradabili non verrà ritirato, anche se lasciate aperte per essere svuotate.

Non vi è l'obbligo di usare le buste distribuite dall'Unione anche se è fortemente consigliato. L'importante è che le buste siano compostabili (non solo biodegradabili) e che ciò sia scritto sulla busta stessa (*), onde consentire agli addetti alla raccolta di riconoscerle. In caso contrario non verranno ritirate. (*) Altre scritte che garantiscono la compostabilità sono, ad esempio, “compostabile, OK compost, mater-bi, biolice, ecc.

Le buste distribuite, seppure più piccole rispetto a quelle in plastica usate negli anni precedenti, sono in numero sufficiente per la produzione media annua di una famiglia.

Qualora la vostra produzione sia superiore, potete comprare presso il Vs. Comune altre mazzette da 30 buste, mediante versamento sul ccp n°37279155 intestato alla Tesoreria dell'Unione dei Comuni del Parteolla e basso Campidano con la dicitura “Buste bio supplementari”. Per maggiori dettagli seguite questo collegamento

E' possibile che alcune buste si rivelino difettose, ossia si lacerino con estrema facilità già all'apertura o siano bucate. In tal caso portatele nel Vs. Comune e fatevele sostituire.

QUANDO BUTTARE
Nel giorno previsto nel calendario.
Per l'orario vedere nella tabella “A che ora depositare i contenitori in strada”, nella pagina Modalità di raccolta.

COSA SI DEVE BUTTARE
Tutto ciò che è organico e/o marcisce:

  • Gli scarti di cucina e avanzi di cibo;
  • Alimenti avariati o scaduti;
  • Gusci d'uovo, scarti di verdura e frutta, fondi di caffè, pane secco, piccole ossa,gusci di cozze, lumache, ecc.;
  • Escrementi, lettiere di piccoli animali domestici;
  • Erba, foglie, fiori, rami, purché in piccole quantità (massimo 50 litri) e di dimensioni ridotte (20 cm di lunghezza, diametro singolo massimo 0,5 cm). In caso contrario occorrerà utilizzare l'apposito servizio di raccolta degli sfalci verdi. Per la consegna potete usare o le buste bio o contenitori da svuotare, a vostra scelta.
  • Cenere spenta dei caminetti;
  • Salviette di carta, tovaglioli, fazzoletti, purchè di pura cellulosa e sporcati da sostanze biodegradabili (ad es. olio motore, vernice, no!)
  • Frattaglie e scarti derivati dalla macellazione di carne, selvaggina, pulitura di pesci, ecc. (a meno che non si configuri attitività di macellazione clandestina).

 

COSA NON SI DEVE BUTTARE
Tutto ciò che non è organico e non marcisce:

  • Salviette di carta, scottex, sporca da sostanze chimiche (lubrificanti, vernici, ecc.);
  • Carta sporca di alimentari (es. cartone della pizza sporco di condimento);
  • Pannolini, assorbenti;
  • Stracci in tessuto, anche se bagnati o sporchi;
  • Carta oleata o plastificata;
  • Brick del latte o succhi di frutta;

Data di ultima modifica: 06/04/2017


Visualizza in modalità Desktop